Informazioni personali

La mia foto
PU, Italy
Punti di riferimento per il cammino: curiosità, conoscenza, comunicazione.

martedì 12 marzo 2019

Famose e coronate: la Regina Victoria


Regina Victoria

Il film Vittoria e Adbul (2017) è solo l'ultimo dei ritratti “cinematografici” dedicati a questa regina (L'amore di una grande regina, 1954; La mia regina, 1997; The Young Victoria, 2009; 
Victoria, miniserie trasmessa da ITV UK, 2016). Donna coronata anche da una personale singolarità, vissuta dal 1819 al 1901 è stata sovrana del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda dal 1837 e Imperatrice d'India dal 1876 fino alla sua morte. 
Nel suo lunghissimo regno, conosciuto come “epoca vittoriana” promosse e sostenne molti cambiamenti. In quel periodo ci fu una anche una  maggiore diffusione del sistema ferroviario e del telegrafo e si modificò radicalmente il sistema postale: nacque il primo francobollo postale ufficiale.
Oggetti simili ai moderni francobolli e aventi il nome caratteristico di 'post mark' erano già in utilizzo nella seconda metà del Seicento in Inghilterra, ma il vero e proprio francobollo, come lo conosciamo attualmente, comparve proprio nel Regno Unito solo a partire dagli anni '30 dell'Ottocento, quando la regina Vittoria iniziò le prime riforme postali.
Il Penny Black è stato dunque il primo francobollo postale ufficiale ad essere utilizzato al mondo. e ancor oggi i francobolli britannici riportano il profilo del monarca regnante e sono gli unici valori filatelici nazionali privi del nome del paese emittente.
La regina Vittoria fu quindi anche la prima ad inaugurare la collocazione del profilo dei regnanti nei francobolli. Meno austera di come  si dipinge, amava gli animali e fu una delle prime a boicottare la vivisezione, pratica utilizzata da medici e studiosi del tempo.


https://www.vegolosi.it/news/regina-victoria-unantivivisezionista-nel-1800/


In Gran  Bretagna sono stati emessi 186 francobolli dedicati alla regina Victoria , da quelli ordinari del 1840 a quelli commemorativi degli anni 2000 in cui viene presentata accanto alla attuale regina Elisabetta II,  l' ultima emissione dedicata è quella del gennaio 2019. 
GRAN BRETAGNA
 1840 - One penny nero e Two pence blu
 Tre valori in rilievo: 1847 One shilling - 1848 Ten pence - 1854 Six pence

1864  - One penny, filigrana corona grande

1874- Six pence filigrana stelo di rosa;  1875 - Two pence and half penny, filigrana piccola ancora ; 1876 -  Four pence ed Eight pence, filigrana grande giarrettiera; 2 pence and half penny, filigrana globo con croce.

2000 emesso solo in libretto  1st class ° senza valore facciale con foro ellittico su entrambi i lati verticali

2019 - francobollo da foglio souvenir - 1st Class º - senza Valore Facciale


venerdì 7 dicembre 2018

Maria nella Natività 2 - L'evangelario di Matilde di Canossa



Italia - 10 dicembre 1971, Natività L.25 è il primo valore della serie NATALE di cui fa parte anche un altro francobollo: Adorazione dei Magi L.90






L' immagine che viene rappresentata in questi francobolli riporta una delle scene presenti nell' Evangelario di Matilde di Canossa (opera risalente all' XI secolo e attualmente presente all' interno del Museo benedettino e diocesano di arte sacra di Nonantola-MO). 
Trovo interessante questa rappresentazione della Natività per due motivi. Il primo è la particolare collocazione di Maria nella scena:                                                                                                                                                                                                                                           


Miniatura su pergamena tratta da 'I Vangeli di Matilde (Abbazia di Nonantola)
Particolare dell' Evangelario di Matilde di Canossa




Fino al XIV secolo, infatti,  la Madonna viene rappresentata sdraiata accanto al figlio, come una comune donna dopo il parto. E' un' immagine tenera e molto vicina alla realtà naturale degli eventi umani. Più tardi, invece,  Maria verrà spesso rappresentata in ginocchio, a simboleggiare accoglienza e stupore, in atteggiamento di venerazione e sottomissione. Più che madre, e per lungo tempo, nell' iconografia religiosa sarà poi rappresentata come serva del divino. C'è di che riflettere.



Domenico Bigordi detto IL GHIRLANDAIO- la Natività  1492

Oggi l' immagine della natività è veicolata anche dalla fotografia e dal cinema che tendono a  riportare attuale e realistica la figura di Maria. Dal macrocosmo della teologia al microcosmo della realtà quotidiana, potrebbe essere anche riduttivo, ma credo invece che occorra sempre ripartire e tornare anche a quest'ultima per vivere bene qualsiasi spiritualità.  Cosa ci volete fare? :-) I tempi cambiano e pure le immagini. Intanto aspetto un francobollo natalizio in cui, accanto al natale laico comparso in questi ultimi anni, ci sia rappresentato un natale religioso con un' immagine di Maria più vicina alla comune, seppur straordinaria, esperienza del diventare madre.

 Buon Natale.

Film Nativity, diretto da Catherine Hardwicke nel 2006



sabato 31 dicembre 2016

Maria nella Natività 1


Le festività natalizie possono aiutarci a riscoprire, nella filatelia,  le numerosissime occasioni in cui si mostra Maria, madre di Gesù,  nella scena della natività. Vi sono, a questo riguardo,  innumerevoli emissioni filateliche, in tutto il mondo, gran parte delle quali ripropongono immagini tratte da dipinti  che, ove possibile, cercherò di mostrare.
Anche se la figura di Maria appartiene soprattutto alla tradizione religiosa, l' emissione filatelica che si riferisce al Presepe rappresenta sempre, oltre ad un atto di devozione e di fede, una sottolineatura della presenza fondamentale della donna in quello che è un contesto di speranza e di rinnovamento del mondo.

"I personaggi  cardine di tutti i presepi,  sempre presenti anche in quelli più piccoli e modesti sono
tre  "Gesù Bambino, posto nella mangiatoia la notte di Natale (anche se in alcune tradizioni viene posto nella mangiatoia solo il 25 dicembre). Accanto a lui si trova Maria, collocata nella capanna (o nella grotta) nei pressi della mangiatoia che ospita il figlio ed è solitamente rappresentata con abiti blu o azzurri. Fino al XIV secolo veniva rappresentata sdraiata accanto al figlio, mentre nei secoli più recenti l'iconografia l'ha sempre figurata in ginocchio o adorante. San Giuseppe è solitamente simile per abbigliamento e fisionomia ai pastori, è situato a lato di Gesù ed è caratterizzato da un bastone con l'impugnatura ricurva, i suoi vestiti sono o gialli o marroni. In altri casi Maria viene rappresentata sopra l'asino, lei e Giuseppe stan cercando un alloggio che per via del censimento non è disponibile." (tratto da Wikipedia).


Spagna  10-12-1959;  Natale tratto da un dipinto di Goya


Francisco de Goya y Lucentes - Sacra famiglia . 1788/90

Spagna 01-12-1960 -    tratto da un dipinto di Velasquez

Adorazione dei Magi -  Diego Rodriguez de Silva Velasquez -  1640 ca.


Spagna 26-10-1962  Nascita di Cristo, tratto da dipinto di Murrillo


 

Adorazione dei pastori - Bartolome Esteban Murrillo 1650 ca.










martedì 6 dicembre 2016

Agnes Macphail




Il 9 ottobre 1990, in occasione del centenario della sua nascita, le poste Canadesi emettono questo francobollo dedicato alla prima donna che entrò a far parte del Parlamento del Canada.
Nata il 24 marzo del 1890 e morta il 13 febbraio del 1954 Agnes Macphail fu presente nel parlamento dal 1943 al 45 e dal 1948  al 1951 come membro del Partito Progressista.
Morì 13 febbraio 1954 a Toronto.



the canadian encyclopedia





sabato 5 novembre 2016

Italia turrita 2 - Serie imperiale


L'immagine dell' Italia turrita (donna con torri e mura difensive sulla testa) nel valore da  Lire 10 della serie IMPERIALE

Nella storia filatelica del nostro Paese, la seconda uscita del soggetto "Italia turrita" avviene il 21 aprile 1929, con la serie ordinaria “Imperiale” che fa seguito ai francobolli per gli enti semistatali del 1924. Un' emissione del Regno d’Italia durante il fascismo che propone, accanto all' immagine di questa allegoria femminile, anche quella della Lupa di Roma, delle effigi di Giulio Cesare, dell' Imperatore Augusto e del Re Vittorio Emanuele III.
Con la serie Imperiale si opera sul canone estetico della figura dell' Italia "turrrita" conferendole un  irrigidimento, una "grossolanizzazione" dei tratti che diventano più austeri e statuari rispetto a precedenti versioni dello stesso soggetto allegorico. Scompare qui ogni "gentilezza", ogni linea dolce tipica del precedente stile Liberty, viso e collo dell' Italia turrita si mostrano ora in posa frontale, mostrando una figura fortemente statica, dall' espressione seria, dalle mascelle squadrate e volitive. Il messaggio iconico, anche nella scelta degli altri soggetti della serie, è quello solido e vittorioso tipico della propaganda fascista. Un'identica Italia turrita viene ripetuta, con cambi di colore (verde scuro, azzurro, rosso e viola),  nei 4 valori filatelici (cent. 15, 35; lire 2 e 10) della prima emissione ed anche in altri successivi.
L' Imperiale è una serie ordinaria che rimase valida a lungo, in alcuni casi fino al dicembre 1948. Ne esistono quindi diverse emissioni con  modifiche, anche se minime, all'interno della vignetta, con carta di diversa filigrana, o con soprastampe (GNR o PM).  Per la prima volta nella filatelia italiana, a bordo foglio vennero stampati i numeri di cilindro.

 L' Italia turrita, emissioni dal 1929 al 1946


Imperiale - Serie ordinaria  emessa il  21 aprile 1929 - 19 francobolli - filigrana corona


"Imperiale" soprastampata "G.N.R."  - Serie ordinaria emessa il  20 dicembre 1943 - 20 francobolli con filigrana corona   

Imperiale con fasci, emissione di Novara,  emessa nel maggio 1945, senza filigrana


Imperiale senza fasci, emissione Novara - emessa il giugno 1945 - senza filigrana


Imperiale senza fasci, emissione Novara - luglio 1945  - senza filigrana

Imperiale senza fasci, emissione Roma - luglio 1945 - filigrana ruota alata


Imperiale senza fasci, emissione Roma - agosto 1945 - filigrana ruota alata

Imperiale senza fasci, emissione Novara,  marzo 1946 - senza filigrana


Serie imperiale soprastampata P.M.  Posta militare -  giugno 1943 -  filigrana corona  


 Il 16 agosto 1945, lo stesso identico soggetto fu usato anche per l' emissione di un francobollo espresso da Lire 5. Filigrana ruota alata
  



Approfondimenti  sulla serie: